RAZIONALE

L’Ipertensione Polmonare è una condizione emodinamica che si può riscontrare in malattie molto diverse fra loro, alcune rare, altre estremamente comuni. Malattie cardiache congenite o acquisite, malattie del parenchima polmonare, tromboembolie polmonari ripetute, malattie sistemiche e molte altre condizioni possono condurre ad uno stato ipertensivo in arteria polmonare. La prognosi è scadente indipendentemente dall’eziologia ma l’approccio terapeutico (farmacologico o chirurgico) è strettamente dipendente dall’eziologia.
Infatti, solo per i pazienti con ipertensione polmonare cronica tromboembolica esiste la possibilità di una terapia chirurgica risolutrice, la tromboendoarteriectomia polmonare. E per quella minoranza di pazienti che non possono essere operati o per quelli in cui l’ipertensione polmonare residua o recidiva dopo l’intervento c’è comunque un farmaco specifico.
In uno scenario così complesso dal punto di vista diagnostico e terapeutico è importante che tutti i medici che possono trovarsi di fronte un malato con ipertensione polmonare conoscano l’algoritmo diagnostico e le linee guida dell’ipertensione polmonare. È altresì importante che si conosca come eseguire correttamente, in questi pazienti con l’ipertensione polmonare, l’esame ecocardiografico ed il cateterismo cardiaco destro; solo in questo modo è possibile non soltanto fare una corretta diagnosi differenziale, ma anche fare un corretto follow-up dei malati.
Questo evento formativo è volto ad illustrare ai medici interessati il corretto percorso diagnostico-terapeutico dell’ipertensione polmonare cronica tromboembolica nel tentativo di accrescere il grado di conoscenza e di attenzione nei riguardi dei pazienti. Il fine ultimo consiste quindi nel garantire ad una percentuale sempre maggiore di pazienti l’accesso alle cure più adeguate.


Ultime modifiche: venerdì, 31 luglio 2020, 15:08